Rendere efficiente la gestione del tuo magazzino significa fatturare di più [questi i numeri che contano]

Rendere efficiente la gestione del tuo magazzino significa fatturare di più [questi i numeri che contano]

Ho scritto questo articolo con uno scopo preciso: aiutarti a capire come rendere efficiente la gestione della logistica nel tuo magazzino (e fatturare di più). Per farlo come vedrai, è necessario imparare a ragionare con i numeri che diventeranno il tuo alleato migliore. Una volta fatto tuo questo approccio, potrai fare una cosa ancora più preziosa: valutare se il tuo fornitore ragiona basandosi sui numeri o se brancola nel buio. Iniziamo…

Ti faccio una piccola ammissione: non ho mai amato le chiacchiere inutili.
Quel chiacchierare del più e del meno, del tempo, di pallone, sport, macchine e di donne.

Small talking direbbe qualche mio collega d’oltreoceano.

La maggior parte delle persone ama (o almeno gli riesce bene) quel genere di conversazioni, ma a me mettono decisamente a disagio, quasi come se fossero una lingua straniera che non conosco.

Proprio non mi viene. Mi sento spesso a disagio quando c’è un qualche evento dove è richiesta una minima capacità “socializzante”.

I miei amici e la mia famiglia, compresa la mia “santa” compagna mi prendono spesso in giro per questo.

Se vuoi sorridere un momento, quando la mia compagna racconta del nostro primo appuntamento (qualche anno fa) dice sempre che somigliava molto di più ad un colloquio di lavoro che ad un incontro romantico e che lei non sapeva bene se doveva tenermi la mano o darmi il curriculum!

Non fraintendermi.

Amo molto parlare e argomentare dei miei argomenti “forti”, che amo e che seguo con passione. E adoro ancora di più ascoltare chi ne sa più di me di qualche argomento.

Posso parlare ininterrottamente ore del mio lavoro e degli sviluppi che avrà la logistica e il mondo de lavoro nei prossimi anni (allo stesso tempo eccitanti e inquietanti).

TEST DI ANALISI COSTI LOGISTICA

PENSI DI SPENDERE TROPPO PER IL PERSONALE?

[7 Minuti, 15 domande e analisi personalizzata gratuita]

Posso parlare ore su ore della mia grande passione di sempre, la storia.

Se poi l’argomento riguarda la storia del periodo medievale, occorre usare il bromuro per farmi smettere, proprio come si fa con i cavalli quando si vuole sedarli!

Perchè ti sto raccontando dei miei “disastri” personali?

Questa mia tendenza, oltre che fonte di disagio “sociale”, mi ha portato ben presto ad un grosso vantaggio “competitivo” :

ho imparato un altro linguaggio di conversazione, quando non si è portati per dono naturale a fare il “re della festa” con le chiacchiere: il potere di una conversazione che si basa su dati oggettivi, sui numeri.

In magazzino al primo posto ci sono i numeri

Lo hanno imparato colleghi, soci, fornitori e clienti che tutti i giorni si trovano a lavorare con me.

Non potendo parlare in una riunione di lavoro degli sviluppi degli algoritmi di machine learning su cui si baseranno i software di gestione del magazzino dei prossimi anni, del pick by vision, del modello Amazon nella gestione del tracking della produttività, o della mia amata storia, ho imparato a ripiegare sui numeri, cioè su dati concreti quando esamino una questione.

E ho capito nel corso degli anni che in ambito lavorativo questo ha un impatto molto positivo nel valore che viene dato alla conversazione e che viene percepito dal cliente.

È una cosa che ho imparato nel corso degli anni, non solo per la mia esperienza ma anche di quella che prendo “a prestito” di 34 anni di lavoro nella Logistica di magazzino di tutta la struttura da cui si è originata LogisticaZERO.

E con mia piacevole sorpresa ho capito che i clienti amano quando si parla per numeri e dati oggettivi.

I Clienti ormai odiano e vedono uno spreco di tempo quando un fornitore parla “a vanvera” del nulla. “Facciamo così, facciamo colà, tanto poi ci aggiustiamo” non va più bene.

In un mercato sempre più competitivo, “raccontarsela” non è richiesto, mentre ragionare su dei dati in modo veloce e facile da capire per entrambe le parti è oggi fondamentale. In tutti i ruoli.

Ringrazio il buon Dio di questa necessità dei clienti di basarsi su dei dati e numeri per prendere decisioni.

Probabilmente se avessi lavorato negli anni 70 e 80, quando un “Dai dottò che ci mettiamo apposto. Ha visto che Milan ieri?” risolveva tutto, sarei morto di fame e LogisticaZERO non sarebbe mai stata capita e apprezzata dai Clienti e dalle Cooperative che ne adottano il sistema.

Perché preferisco i numeri alle chiacchiere?

L’utilizzo dei numeri è centrale in tutto il lavoro che facciamo con il sistema Logistica ZERO, perché è l’unico modo oggettivo di misurare la performance e capire se si sta facendo bene o se si sta lavorando male.

Ho creato LogisticaZERO, proprio per portare il classico lavoro di una cooperativa che gestisce il servizio logistico all’interno del magazzino del cliente, fuori dalla dimensione del “Siamo bravi dottò, siamo onesti ingegnè!”.

Fin dall’inizio il mio scopo è quello di fornire dati oggettivi ai nostri clienti, e quindi dimostrare che lavorare con noi, numeri alla mano, rappresenta un investimento e che i risultati che promettiamo a parole siamo in grado di concretizzarli nel lavoro di tutti i giorni.

Uno degli strumenti che abbiamo sviluppato all’interno di Logistica ZERO come supporto del lavoro dei nostri uomini è Minuto Produttività, un software proprietario che misura la produttività di ogni singolo operatore e di ogni aspetto del nostro lavoro.

E che misura il raggiungimento, su dati numerici e concordati in fase di Analisi Iniziale, degli obiettivi condivisi con l’azienda.

In modo da sapere da entrambe le parti se la direzione è quella giusta, se ci sono degli scostamenti, perchè e come fare per risolverli (in modo coordinato).

È più complicato spiegartelo che fartelo vedere (mi sto organizzando con i nostri sviluppatori per fare in modo che qualsiasi azienda, possa senza alcuna registrazione verificarne il funzionamento. In modo da far “toccare con mano” quanto diciamo).

“One click”, facile come comprare un prodotto con Amazon. Quando sarà pronto sarò felice di mostrartelo.

Ma l’utilizzo dei numeri è fondamentale anche per tutte le risorse LogisticaZERO che lavorano presso i magazzini dei nostri clienti.

I numeri sono uno strumento di lavoro

I numeri sono uno strumento di lavoro vero e proprio per i nostri Professionisti di Magazzino, così come il pallone per il calciatore.

Senza conoscere i numeri SI LAVORA NAVIGANDO A VISTA.

E in tempi di mercato “burrascosi” come quelli attuali, navigare a vista aumenta la probabilità di naufragare.

È fondamentale per poter avere sempre il controllo della situazione.

Anche per il fornitore, non solo per il cliente. Una cooperativa classica che manda centinaia di risorse dai vari clienti sparsi, o ha il controllo di quello che sta facendo o farà dei grandi danni e confusione.

Non sa cosa stanno facendo i propri uomini, non sa se stanno lavorando bene o male, quanto bene e quanto male. E quando ci sarà un problema non avrà nessuno strumento per risolverlo, ma solo il classico “Guardi dottò, un attimo che sentiamo cos’è successo…” . Dopo ore il problema sarà ovviamente ancora lì, sempre più grande.

Avere la Misura delle metriche del lavoro ti permette di avere sempre sott’occhio il quadro generale.

Nello specifico se hai i numeri del magazzino puoi:

  • Conoscere tutte le informazioni importanti in pochissimi minuti.
  • Monitorare costantemente la performance del fornitore e se sta o meno raggiungendo gli obiettivi concordati. Per i quali gli stai pagando la fattura ogni mese. (se non li sai, paghi senza avere consapevolezza di quello che succede)
  • Capire quali margini di miglioramento ci sono per aumentare la produttività. E sapere quali sono i margini per fatturare di più per te.
  • Organizzarti per raggiungere gli obiettivi che ti ha chiesto il tuo cliente finale, nei tempi prestabiliti e senza creare ritardi o problemi imprevisti.
  • Riducendo al massimo il rischio di contestazioni e non conformità (più il lavoro è efficiente e sotto controllo, meno avvengono)
  • Capire se il tuo fornitore sta lavorando bene o male.
  • Avere sempre un quadro aggiornato della situazione.

Tutti i professionisti di magazzino di Logistica ZERO sono formati per ragionare per numeri e non per parole.

Per capirci: una qualsiasi delle nostre risorse che risponde ad un cliente “Siamo bravi dottò”, ti assicuro che non farà parte a lungo di LogisticaZERO.

Cosa vuol dire ragionare sui numeri?

  1. I nostri professionisti conoscono sempre tutti gli obiettivi giornalieri, settimanali e mensili del loro lavoro (e lo storico di quanto è successo in passato). E si basano su questo per organizzare il lavoro nel miglior modo possibile.
  2. Tengono sempre conto dei tempi necessari a svolgere un determinato lavoro e hanno accesso alla media di tempo che quel lavoro normalmente richiede. Non puoi organizzare niente senza sapere quanto tempo servirà per caricare un camion o per spostare dei prodotti specifici nel magazzino. Avendo in mano i tempi invece si riesce ad essere estremamente precisi ed ottimizzare ogni singolo minuto del tuo lavoro.
  3. Conoscono quali sono i criteri qualitativi richiesti dal Cliente e verificano autonomamente se li stanno rispettando o se invece devono migliorare delle fasi. E come.
  4. Se non dovessero raggiungere un obiettivo possono capire con precisione perchè questo è successo, cosa è mancato, dove c’è stato un errore, cosa ha impedito di completare il lavoro, e se può accadere di nuovo lo stesso problema. E si attrezzano per risolvere il problema alla base in modo che non si ripresenti in futuro.

In questo video puoi ascoltare come uno dei nostri preposti al coordinamento dei professionisti di magazzino lavora quotidianamente.

Qui il Video del preposto tratto dal nostro percorso di formazione “Da Magazziniere a Professionista di Magazzino”

Ragionare per numeri è la via più diretta verso l’ottimizzazione del lavoro, l’efficienza della logistica di magazzino e il taglio degli sprechi.

Fatturare di più con un minor impiego di risorse

E questo porterà da un lato un magazzino efficiente, dall’altro lato la possibilità di sfruttare al massimo le potenzialità del tuo magazzino, cioè in poche parole, di fatturare di più con un minor impiego di risorse.

Ovviamente nel rispetto del lavoro e della professionalità e dignità di chi tutti i giorni è sul campo.

Amo ragionare per numeri e tenere sotto controllo l’efficienza e la produttività, ma NON a scapito delle persone ma al loro servizio. Sia che si tratti del cliente, sia che si tratti dei nostri Professionisti di Magazzino.

(per spiegarmi, il modello di lavoro che cronometra anche il tempo in cui va in bagno il lavoratore, non è il modello LogisticaZERO. È un metodo arcaico per esaurire le persone, che non condivido e che numeri alla mano, non conviene mai).

Elaborando i numeri che quotidianamente raccogliamo sul lavoro dei nostri uomini abbiamo potuto dimostrare come lavorare con noi sia un investimento per le aziende che ci affidano la gestione del servizio logistico.

 

TEST DI ANALISI COSTI LOGISTICA

PENSI DI SPENDERE TROPPO PER IL PERSONALE?

[7 Minuti, 15 domande e analisi personalizzata gratuita]

The following two tabs change content below.
Lavoro nella logistica dal 1996. Autore del libro "Odissea nella Logistica. Guida pratica per l'imprenditore" . Sapevi che è possibile ridurre i costi logistici in media dal 10 al 18%, entro 3 mesi con alcune azioni precise? E migliorare il servizio per i tuoi clienti. Chiedimi come
Non sono presenti commenti

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.