Logistica di magazzino: ecco perché è così importante per la tua azienda

logistica di magazzino

Logistica di magazzino: ecco perché è così importante per la tua azienda

I processi di selezione naturale e di adattamento di cui parla Charles Darwin nel suo testo “L’origine della specie” si possono applicare, contrariamente a quanto si possa pensare, ai meccanismi che si verificano nella logistica di magazzino.

Il famoso libro di Charles Darwin può darci notevoli spunti nell’ambito della logistica di magazzino, tanto che, paradossalmente, le sue intuizioni sono più conformi al mondo delle aziende e del business che a quello della natura.

Nonostante la faccenda possa essere esaminata sotto vari punti di vista, oggi decido di focalizzarmi su una questione in particolare: per sopravvivere le specie si evolvono attraverso un percorso di selezione naturale.

Prima di continuare con la mia analisi trovo opportuno sottolineare che tutte le aziende, anche la più grande multinazionale, sono formate da persone. So che può sembrare ovvio, ma spesso nel mondo “aziendalese” viene dimenticato o dato per scontato.

 

I PROCESSI DARWINIANI NELLA LOGISTICA

Nel corso degli ultimi anni l’importanza della funzione logistica in un’azienda è aumentata così come la sua complessità.
Questo processo ha “costretto” le aziende e i fornitori che operano nel settore ad evolversi di conseguenza e ad adattarsi ai cambiamenti. Alcune aziende non ci sono riuscite, altre invece sono sopravvissute con difficoltà.

L’evoluzione è avvenuta “in toto”: dai sistemi per gestire un magazzino di logistica, passando per i gestionali, le tipologie, fino ad arrivare ai magazzini automatici.
Sono comparsi droni, sistemi gestionali avanzati, radiofrequenze e cruscotti per monitorare le prestazioni del magazzino.

UTILIZZI ANCORA PERSONALE DIPENDENTE PER GESTIRE IL MAGAZZINO?

SCOPRI SE E' DAVVERO LA SOLUZIONE CORRETTA PER LA TUA AZIENDA

[Check Up GRATUITO per valutare da 0 a 100 la  produttività, flessibilità e costi del personale]

LOGISTICA DI MAGAZZINO E LA NUOVA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE

Secondo gli esperti stiamo andando incontro a una vera e propria rivoluzione industriale, la quarta per esattezza.

Operando da sempre nel mondo della logistica di magazzino posso dire di toccare effettivamente con mano questo cambiamento che avviene in ogni realtà, dai colossi come Amazon o Apple fino ad industrie di dimensioni decisamente ridotte.

Nel mio piccolo ho creato ”MinutoProduttività”, il software che permette di misurare in tempo reale la produttività e la qualità del personale di LogisticaZERO, ed entro qualche mese il sistema LogiosticaZERO sarà il primo sistema ad essere utilizzato da società che operano nella logistica di magazzino. Questo sistema funziona senza la necessità di un’amministrazione, il che equivale a ridurre i costi di gestione a carico del cliente, oltre ad essere il primo sistema in grado di misurare la produttività e COME il personale sta lavorando in magazzino.

Tutte le “specie” che operano nel settore della Logistica di Magazzino si sono bene o male evolute e specializzate.

 

L’EVOLUZIONE DEL MAGAZZINIERE

Ma la figura del magazziniere, quali evoluzioni ha visto negli ultimi 20 anni?

Il fattore umano è stato e sarà ancora per molti anni un elemento indispensabile nel settore della logistica di magazzino.

Sebbene si siano fatti grandi passi verso la creazione di un picking robotizzato, i costi di realizzazione e di gestione di tale sistema fanno preferire a molto aziende a preferire l’utilizzo di magazzinieri umani

Le evoluzioni avvenute nella logistica di magazzino portano comunque con sé la necessità di confrontarsi con la figura del magazziniere, il quale può decretare l’efficacia, inefficacia o efficacia parziale dell’innovazione.

 

MA IL MAGAZZINIERE CHI E’?

Vista la mia esperienza diretta sul campo posso confermare che se il magazziniere intralcia un’innovazione o un processo, causa diseconomie, fastidi e grossi problemi di gestione, può influenzare negativamente gli altri colleghi e rallentare le scelte innovative dell’azienda

La tua azienda può avere il wms (warehouse management system, cioè il gestionale che gestisce il magazzino) migliore sul mercato, le migliori procedure e i migliori sistemi di lavoro interno ed essere organizzata nel miglior modo possibile, ma se colui che si occupa del magazzino e delle merci non lavora di pari passo alle innovazioni, gli investimenti effettuati non frutteranno correttamente. (E parliamo di centinaia di migliaia di euro di perdita)

Ora, facciamo un piccolo sforzo di immaginazione (ma molto importante): ipotizziamo che la tua azienda investa un centinaio di migliaia di euro in nuove tecnologie e nel miglioramento dei processi di gestione del magazzino.

Formi il tuo personale, investi soldi, risorse, sforzi dell’azienda.

Prendi in considerazione che nei primi tempi potrebbero esserci problemi e probabili errori così come difficoltà nel servire con il solito standard i clienti e che di conseguenza qualcuno potrebbe lamentarsi.
In poche parole devi sostenere il costo di implementazione, ma i costi dell’operazione sono inferiori ai benefici per la tua azienda.

Se chi gestisce l’ultima parte del processo logistico, cioè il magazziniere o carrellista che movimenta le merci, non sfrutta totalmente l’innovazione, tutto il tuo investimento rischia rischia di causare una perdita rispetto alle attese.

È possibile che i tuoi uomini e responsabili siano molto in gamba e che quindi riescano lo stesso a far applicare le migliorie, ma non otterrai comunque un ritorno sull’investimento del 100%. E la percentuale che manca al 100% corrisponde alla perdita.

 

LA MIA ESPERIENZA NELLA LOGISTICA DI MAGAZZINO

Non fraintendermi, io sono un assoluto sostenitore dell’innovazione: ad esempio io stesso ho investito l’utile degli ultimi due anni nella ricerca di miglioramenti e di soluzioni innovative per i processi di LogisticaZero, nel tentativo di offrire un servizio migliore ai nostri clienti, ottimizzare i costi e soprattutto dare un vero e proprio vantaggio competitivo alle aziende che ci scelgono rispetto ai loro competitor.

L’utile degli ultimi 2 anni sommato a ogni risorsa disponibili sono stati investiti nella ricerca di miglioramenti e soluzioni innovative nei processi di LogisticaZERO, per migliorare il servizio fornito ai nostri clienti, ottimizzare i costi e soprattutto dare un vero e proprio vantaggio competitivo alle aziende che ci scelgono rispetto ai loro competitor.

Ad esempio, nell’ultimo periodo le mie energie sono dedicate ad un’innovazione che sarà pronta il prossimo anno e che può essere considerata una vera e propria rivoluzione del settore, è direttamente collegata a MinutoProduttività e permette la riduzione totale degli errori di conteggio e di carico.

Ciò che è importante però non è tanto l’innovazione o la tecnologia in sé, ma come questa innovazione porti un reale miglioramento nella gestione della logistica di magazzino, nel soddisfare i clienti, nell’aumento della produttività e ovviamente nella ottimizzazione dei costi.

 

LA MIA STORIA E LE MIE CONOSCENZE

La mia formazione non è stata tanto teorica ma quanto più pratica, ho sperimentato sul campo cosa significa lavorare in magazzino, guidare carrelli elevatori e confrontarsi con camionisti che si lamentavano se il tempo dedicato al carico era eccessivo. Proprio durante questo percorso ho conseguito la laurea in ingegneria gestionale, ma grazie alle mie esperienze ho continuato a dare più importanza all’azione rispetto alla teoria.

Tutto questo percorso mi ha permesso di scoprire sfaccettature che sicuramente il solo studio non mi avrebbe mai insegnato: il magazziniere ha un ruolo fondamentale nella logistica di magazzino, a prescindere dalle dimensioni dell’azienda poiché è colui che ha in mano “gli ultimi 100 metri” della logistica di magazzino.

 

IL MAGAZZINIERE COME IMPRENDITORE

Spesse volte questa figura viene svalutata, proprio perché il magazziniere viene identificato come un semplice “lavoratore manuale” che non ha bisogno di grandi formazioni o capacità, senza sapere però che in ha in mano milioni di euro e l’azienda vera e propria:

  • il posizionamento sul mercato dell’azienda
  • il marketing
  • il commerciale
  • la produzione

Alle sue mani e alle sue capacità è affidato tutto il business dell’azienda.

Purtroppo avere i migliori prodotti sul mercato, dei clienti altospendenti, una produzione che funziona bene e un magazzino strutturato nel modo giusto si rivelano inutili se chi si occupa della gestione e dell’evasione delle merci lo fa nel modo sbagliato, mettendo a rischio anche il cliente.

IL RUOLO DI CHI LAVORA NELLA LOGISTICA DI MAGAZZINO

Chi è però che ricopre questa mansione? È luogo comune pensare il magazziniere sia una persona che non abbia voluto o potuto completare gli studi e che, di conseguenza, non sia riuscita a trovare un impiego diverso.

Ritenendo assolutamente fondamentale questo concetto ho creato all’interno di LogisticaZERO un sistema di selezione delle risorse ben preciso, un sistema di formazione costante, che permette di dare i giusti strumenti e di misurare le prestazioni in tempo reale di tutti i nostri professionisti del magazzino e dei responsabili.

 

DA MAGAZZINIERE A PROFESSIONISTA DI MAGAZZINO

Questo, in parole semplici, rappresenta la naturale evoluzione del classico magazziniere.
Così come si sono evoluti software, sistemi informatici, tecniche di gestione e processi, è assolutamente fondamentale che anche la figura del magazziniere si adatti ai cambiamenti che avvengono nella logistica di magazzino.

L’evoluzione della mia professione, che corrisponde a colui che gestisce il servizio logistico nel magazzino dell’azienda cliente, è il professionista di magazzino.

Per questo scopo è stato creato un percorso di formazione specifico “Da magazziniere a Professionista di Magazzino”, e per questo motivo sono state create le procedure di lavoro specifiche e il nostro software MinutoProduttività.

Vuoi sapere se la tua logistica di magazzino è davvero ottimizzata o magari, grazie ad uno sguardo e ad un consiglio esterno se puoi riuscire a risparmiare risorse e migliorare la tua produttività?

UTILIZZI ANCORA PERSONALE DIPENDENTE PER GESTIRE IL MAGAZZINO?

SCOPRI SE E' DAVVERO LA SOLUZIONE CORRETTA PER LA TUA AZIENDA

[Check Up GRATUITO per valutare da 0 a 100 la  produttività, flessibilità e costi del personale]

The following two tabs change content below.
Lavoro nella logistica dal 1996. Autore del libro "Odissea nella Logistica. Guida pratica per l'imprenditore" . Sapevi che è possibile ridurre i costi logistici in media dal 10 al 18%, entro 3 mesi con alcune azioni precise? E migliorare il servizio per i tuoi clienti. Chiedimi come
Non sono presenti commenti

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.