Interposizione di manodopera: Quando si configura . Le Sanzioni. E Come uscirne indenni

interposizione illecita di manodopera

Interposizione di manodopera: Quando si configura . Le Sanzioni. E Come uscirne indenni

Quando si configura l’ interposizione di manodopera? 

Il reato di intermediazione di manodopera affligge oltre l’80% degli appalti, e può colpire chiunque.

Anche in aziende strutturate e seguite dai migliori professionisti, che si sono affidate a fornitori “forti” pensando di mettersi al riparo. Vedremo perchè e come non funziona proprio così.

In questo articolo (che è una vera e propria guida che ti consiglio di stamparti e tenerti a portata di mano) vediamo: 

  • Quando si configura l’interposizione di manodopera – le sanzioni che comporta questo reato – e come difenderti dall’interposizione illecita di manodopera

Ps: Sei già incorso in questo problema nella tua azienda, ti darò le istruzioni passo passo per tirartene fuori senza danni. Clicca qui per ricevere informazioni e supporto

Prima cosa che posso dirti, per esperienza, non pensare che sia colpa tua.  

Semplicemente quando hai deciso di appaltare, non ti hanno dato alcune informazioni.  

Ti sorprenderà ma sul tema degli appalti logistici spesso anche gli addetti ai lavori prendono cantonate. 

E’ un tema complesso,  che richiede conoscenza SPECIFICA ed esperienza di casi reali affrontati (e risolti), negli anni.

A volte invece l’interposizione di manodopera esiste perchè chi ti “vende” l’appalto non ha interesse a spiegarti per bene come stanno realmente le cose

Io le ho imparate, molto care, sulla mia pelle. Ci ho scritto un libro sopra.

Interposizione di manodopera REATO

Per rispondere alla tua domanda, devo inquadrarti per bene il reato (già, è un reato) di interposizione illecita di manodopera.

somministrazione illecita di mandopera

"Raramente ho trovato (e con il mio lavoro ne ho incontrate tante) persone competenti ed appassionate del proprio ruolo come Lei" Avv. M.Bachini - Giuslaburista

"Ti confesso che sono da vent'anni nel settore della logistica e poche volte ho incontrato persone così innamorate, competenti e dirette. A memoria  nessun fornitore mi ha messo di fronte ad evidenze e strumenti simili" IngE. Nicoletti - Consulente logistico

Vuoi tutelarti dal RISCHIO DI INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA?

Allora guarda subito il Nuovo Webinar GRATUITO:

"Come Appaltare Senza Rischi e Tutelare la tua Azienda"

  • Hai un Appalto o somministrazione illecita? Scoprilo in tempo 
  • Il Rischio di Impresa: perchè è la CHIAVE 
  • Come creare un VERO Contratto di Appalto. Che funziona

Chi ha un appalto finchè non gli toccano questi problemi tende a sottovalutarli.  

Quando poi gli capitano “proprio a lui”, va nel panico. E il panico è il modo migliore per prendere decisioni sbagliate e costose.

UN CASO CONCRETO DI INTERPOSIZIONE DI MANDOPERA (E LE PRIME DECISIONI SBAGLIATE DA NON PRENDERE)

Andiamo adesso insieme a vedere in un’azienda COME viene accertato il reato di interposizione di manodopera e COSA succede. 

E quali sono le sanzioni conseguenti, aggiornate 2019-2020-2021. Iniziamo.

E’ un normale mercoledì mattina in azienda… 

I telefoni suonano, come sempre. I clienti chiamano, come sempre. 

I carrelli vanno avanti e indietro e i camion vengono caricati, come sempre. 

E tutto scorre, come sempre. 

Ma alle 9.45 entrano 8 ispettori del lavoro provinciali accertamento ispettorato del lavoro sull'appalto

E da questo momento si aprono le danze con un accesso ispettivo.  

Di quelli “potenti”, tanto di moda (anche nelle aziende “grosse” che si sentono più sicure. Non lo sono). 

Sai perchè sono accessi “potenti” quelli di oggi? Perchè lo Stato ha meno entrate a causa del contesto economico del Covid. 

E’ calato il gettito e da qualcuno SA che può andare a riscuotere dei quattrini. 

Tieni poi conto che 8 appalti su 10 in media hanno hanno dei problemi. E’ un segreto di pulcinella.

Non ci vuole tanta fantasia per capire che un appalto irregolare può essere una quasi sicura fonte di entrate extra. 

E quindi dei signori con un tesserino della Dtl ti fanno visita con ragionevole certezza di trovarti delle magagne e di trovarsi di fronte un appalto non genuino. 

Ti dirò di più, partono proprio da questo presupposto. 

Che dovrai essere tu a smentire FATTI e DOCUMENTAZIONE alla mano.

Sono sicuro che quando hai appaltato hai cercato di fare, per quanto si poteva, le cose in regola, siete un’azienda seria. 

Di certo non hai appaltato nella speranza di portarti a casa sanzioni penali

Poi hai dei consulenti che sanno il fatto loro. 

E non hai preso una cooperativa di banditi. Magari un consorzio ben strutturato e capitalizzato che ti ha consigliato un tuo collega imprenditore o l’associazione di categoria, o il tuo fornitore di carrelli 

Ma, sai com’è,  è difficile essere in regola al 100% in Italia. 

Con tutte quelle leggi e con le cooperative, beh comincia a venirti quella sensazione di male allo stomaco.

Sale un pò l’ansia, perchè una vocina nella tua testa comincia a metterti dei dubbi che non sia PROPRIO tutto ok. 

Intanto giù, in magazzino, succede questo:

-Gli ispettori bloccano cancelli e porte. Nessuno entra o od esce. 

-Gli ispettori (o i carabinieri del comando per la tutela del lavoro in caso) prendono ogni singolo lavoratore presente dell’appalto, lo chiudono in uno stanzino e gli fanno tutta una serie di domande. 

-Il loro esordio è “Sono un pubblico ufficiale e se non mi dice la verità la possiamo perseguire…”

-Ti assicuro che a queste parole magiche dette da un pubblico ufficiale, anche il più “ammaestrato” e mansueto lavoratore di cooperativa canterà che è un piacere e confesserà a richiesta anche di aver ammazzato Kennedy. 

Per esempio se malauguratamente a questo lavoratore esterno gli “scappa” che gli ordini li prende dal tuo capomagazziniere, 

E’ uno degli elementi che dice agli ispettori quando si configura l’ interposizione di manodopera…

Le ore passano, e anche il titolare d’azienda più “macho” che sornione ha sempre pensato “a me è sempre andata bene e a fare un pò il furbetto con le cooperative ci ho sempre guadagnato. 

Mal che vada pago di sanzioni meno di quello che c’ho guadagnato negli anni”, comincia a sentire mal di stomaco. 

Visti io con i miei occhi. 

Non vai in galera, chiaro. Figurati, in Italia non ci va nessuno. 

Ma passerai dei guai e scucirai delle gran “palanche”. 

-Se la tua azienda è conosciuta in città, forse qualche giornalista locale ci farà un bel quartino di pagina. Con Google che ti premierà con un risultato in prima pagina. 

LO SPUTTANAMENTO È LA NOSTRA PAURA PIÙ GRANDE SE FACCIAMO IMPRESA, PIÙ DELLE PERDITE ECONOMICHE

Quando il responsabile del tuo ufficio acquisti si vantava della tariffa che ha “ottenuto” dal consorzio, questo aspetto non te l’ha spiegato bene:

– Se incappi nell’interposizione di manodopera il tuo “quarto d’ora di celebrità” c’è l’hai assicurato (ti mostro però come uscirne fra poche righe, seguimi)

Il tuo responsabile logistico, di solito un bel signore in giacca e sicuro di sè, lo vedrai color “rosso pompeiano” che corre qua e là. 

Non ci capirà un cazzo di quello che sta succedendo, intuisce solo che sarà un lago di merda. Che toccherà poi a te risolvere a forza di “pila” (soldi, in dialetto veneto) e nervosi, che ti toglieranno dalle tue occupazioni principali e più piacevoli. 

E no, non basterà delegare “al tuo consulente” o “al tuo ufficio legal”

E non perchè non sappiano fare il loro lavoro, anzi. Negli anni mi sono confrontato con professionisti cazzutissimi. E devi averli al tuo fianco in questa situazione. Ma non ti basta.

Perchè sono bravi loro ambito, ma nello specifico dell’appalto logistico è un mondo a sè che devi seguire SPECIFICATAMENTE. Troppo vasto e complesso, dove i dettagli fanno la differenza tra  un appalto vantaggioso economicamente e produttivo e uno non genuino,  in cui hai problemi, perdite e caos. 

E occorre anche gli aspetti operativi “pratici” e spicci. E quelli ti vengono dall’esperienza, non sono scritti sui libri o te li dice un collega o google. 

Nel concreto, un esempio a caso, sai quando un contratto di appalto è considerato “leonino”? Probabilmente il tuo lo è e non lo sai…

Prendere una decisione sbagliata, ad esempio riassumerti tutti come dipendenti per la paura di nuove sanzioni e problemi, ad esempio è una tipica decisione rozza e senza giustificato motivo, che ti verrà data per una conoscenza del tema sommaria.

“Ci pensa il mio consulente e io mi metto tranquillo” non è una soluzione che ti tutela nel migliore dei modi. Forse non sei d’accordo, ma ho un dato oggettivo che mi da ragione e adesso ti metto a conoscenza, poi fai tu le tue valutazioni.

Qualche anno ho scritto una guida in pdf (anzi 2) specifica sull’appalto logistico regolare.

guida interposizione di manodopera come evitare sanzioni

durf regolare guidaE’ la più scaricata in Italia dagli studi del lavoro e dagli uffici legal delle aziende.

Buon per me. Ma peggio per te.

Perchè vuol dire che quando c’è la rogna cercano la risposta su Google. 

E con una letta di una guida trovata su internet, scritta bene eh per carità, insieme alla propria competenza, si crede di risolvere. 

Non funziona così, ma non lo sanno.

La mia guida (un 100 pagine più o meno) contiene sì e o no il 10% di quello che occorre sapere per uscire da una rogna come l’interposizione illecita di manodopera. 

Non perchè sia stronzo e voglia tenermi per me i “segreti” di come risolvere questi problemi. 

Ma perchè per risolvere un appalto con un problema di interposizione di manodopera ed evitare le relative sanzioni, un 40% lo fa il conoscere la normativa. 

Ma un 60% lo fa la conoscenza pratica e operativa.

Ci devi proprio essere passato più volte (anche in prima persona per capire bene cosa succede in pratica, non in teoria e in ufficio “al calduccio”) e aver reso replicabile la risoluzione di questi problemi. Oltre che avvalerti di professionisti specifici.

Essere poco ferrati nel tema specifico dell’appalto logistico avrà come conseguenza per esempio accordi svantaggiosi con la dtl (direzione territoriale del lavoro). 

O consigli sciagurati. Ad esempio di rinunciare ad appaltare in futuro perchè “hai visto cosa succede, è pericoloso”. Non è pericoloso l’appalto, ma la sua non corretta applicazione.

L’appalto è uno strumento aziendale SEMPRE e perfettamente lecito e sicuro, se sai come farlo 

Mio nonno mi diceva sempre “ognun el faga quel che le bon, o el te fa un gran casin e el fa spendar dei schei par gnente!” (ognuno faccia ciò di cui è competente, o ti farà un gran casino e sprendere soldi per nulla. Dialetto di Verona, come puoi intuire 😉

Altra “soluzione” completamente fuori strada è pensare di scaricare la merda alla cooperativa

Anche se hanno sbagliato tutto e realmente tu non sapevi niente, esiste una cosa chiamata RESPONSABILITA’ IN SOLIDO DEL COMMITTENTE.

In questo articolo te la spiego nel dettaglio e cosa comporta.

Ok, torniamo alla nostra ispezione in corso.

Scendi in magazzino. Vedrai le varie impiegate battere i tasti dei loro pc piene di strizza e a testina bassa. In azienda si comincia a respirare aria tesissima. 

Devi far finta di sorridere e infondere sicurezza, ma sei più tirato di una soubrette un pò agèe dopo un ripasso di botulino.

Girano faldoni, fogli volano per terra e quella cazzo di documentazione che non si riesca a trovare quando serve. Gli armadietti freneticamente vengono aperti per cercare ora l’organigramma, ora il contratto d’appalto, ora i fogli presenze…

Chiami il tuo consulente dicendo “ma siamo in regola vero Giovanni?” 

Poi chiami quelli della cooperativa con tono minaccioso, “Oh ragazzi, ma siamo tranquilli vero?” 

Come risposta riceverai un tranquillizzante “sì ingegnere, ehm certo. cioè adesso ci guardiamo, ehm dovremo essere in regola credo. Andrà tutto bene vedrà ehm”. 

Al terzo “ehm ingegnere” che ti dicono realizzi che a questo giro non andrà un cazzo tutto bene. 

ECCO COME FINIRÀ QUESTO GIORNO DI ORDINARIA FOLLIA SE IL TUO APPALTO NON È GENUINO E SI CONFIGURA IL REATO (EH GIÀ, È UN REATO) DI INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA

Partiamo dalle note liete. Perchè come risultato positivo avrai perso quei 2/3 kg per il mal di stomaco. Sarai prontissimo per la prova costume…

Come note negative ti verranno comminate le seguenti sanzioni

sanzioni reato interposizione di manodopera 1

*slide estratte dal webinar “Appalto regolare o somministrazione di manodopera illecita? Il Diavolo si nasconde nel dettaglio”

sanzioni reato interposizione di manodopera 2INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA: LE SANZIONI [VIDEO]

LE 3 ARMI CHE PUOI METTERE SUBITO IN CAMPO PER PROTEGGERTI DALL’INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA

Ti ho mostrato cosa succede se il tuo appalto è debole e può ricadere nell’interposizione di manodopera. 

Il primo consiglio che ti do e che puoi fare GRATIS e SUBITO, è guardarti i 40 minuti di webinar che ho tenuto. Dove tra l’altro spiego i vari livelli di responsabilità se ti sei affidato ad un consorzio 

somministrazione illecita di mandopera

"Raramente ho trovato (e con il mio lavoro ne ho incontrate tante) persone competenti ed appassionate del proprio ruolo come Lei" Avv. M.Bachini - Giuslaburista

"Ti confesso che sono da vent'anni nel settore della logistica e poche volte ho incontrato persone così innamorate, competenti e dirette. A memoria  nessun fornitore mi ha messo di fronte ad evidenze e strumenti simili" IngE. Nicoletti - Consulente logistico

Vuoi tutelarti dal RISCHIO DI INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA?

Allora guarda subito il Nuovo Webinar GRATUITO:

"Come Appaltare Senza Rischi e Tutelare la tua Azienda"

  • Hai un Appalto o somministrazione illecita? Scoprilo in tempo 
  • Il Rischio di Impresa: perchè è la CHIAVE 
  • Come creare un VERO Contratto di Appalto. Che funziona

Se hai fretta di risolvere, e vuoi sapere come noi possiamo aiutarti clicca qui e ti spiego come 

Molto probabilmente fai conto che alla fine della fiera se c’è interposizione di manodopera, il conto non lo pagherà la cooperativa. 

Loro verosimilmente sono poco capitalizzati salteranno, lasciando il cerino in mano a te.

Per completezza dovrei anche dirti che ricaduta ha l’interposizione di mandopera sulla continuità operativa. Ma ti risparmio per oggi anche questo strazio.

USCIRE DALLA TRAPPOLA DELL’INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA IN 3 MOSSE

Sono 3 le indicazioni che ti do per proteggere il tuo appalto logistico dall’interposizione di manodopera. Le approfondisco nel webinar gratuito che ti appena mostrato (ma sei ancora qui? corri a guardarlo ;-)!  ma intanto te li introduco

► FARE VS DARE

La prima delle 3 caratteristiche di un appalto regolare è FARE. 

L’appalto logistico (e qualsiasi appalto) si basa sull’ OBBLIGO DI FARE. 

Cioè il tuo fornitore FA un servizio.

Non ti da manodopera. 

Fa un servizio che determina un risultato.

Se non c’è un risultato definito in contratto di appalto, ma ti DA mandopera, l’appalto semplicemente non è genuino. 

E’ un somministratore e tu non hai un appalto, ma stai commettendo il reato di interposizione di mandopera.

Cioè hai dei dipendenti che tramite un escamotage formale fai passare come personale in outsourcing. E’ illegale.

Non è finita. 

SE IL TUO FORNITORE NON HA PIENA ORGANIZZAZIONE DEI MEZZI E DEL PERSONALE, NON È UN FORNITORE MA SEMPLICEMENTE UN SOMMINISTRATORE

E anche questo non lo può fare (a meno che non sia un’agenzia interinale di somminstrazione)

In questo articolo approfondisco questo tema, se vuoi approfondire ti basta cliccare qui 

Significa che se il tuo capomagazzino va dal carrellista della cooperativa e gli dice “mario, mò caricami quel camion che è lì sta aspettando da 2 ore” , non hai un appalto.

Hai un dipendente. Con tutte le conseguenze del caso. 

Nel webinar mi spiego meglio e ti dico come evitarlo

“MA NOI ABBIAMO UN APPALTO DI LAVORO, “LABOUR INTENSIVE”. 

MI VUOI FORSE DIRE CHE NON È REGOLARE E STIAMO FACENDO INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA?”

NO! L’appalto labour intensive, anche se molti addetti ai lavori dicono che non è regolare, SI PUO’ SEMPRE FARE! Chi ti dice il contrario conosce molto poco l’appalto in logistica.

Magari sarà bravo in altri ambiti del diritto, ma sugli appalti logistici ti sta facendo prendere lucciole per lanterne.

L’appalto a prevalenza di manodopera o sostanzialmente totalità di manodopera, è assolutamente fattibile se il fornitore HA LA PIENA ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE.

Ciò vuol dire il numero del personale e la sua completa organizzazione è in capo a lui. 

Per capirci non ci va il tuo capo magazzino a dare alla gente il piano ferie. 

E non ti interessa che ti mandino 10 persone o 7.  A te interessa solo che arrivi il risultato che avete concordato in contratto di appalto

Pensi che sia impossibile nella realtà del lavoro quotidiano? Lo è, se non sai come farlo. 

Ma se conosci i passi giusti da fare e la gente che hai scelto sa quello che fa non solo è fattibile, ma VANTAGGIOSO ECONOMICAMENTE. 

Altro che lucrare sulla tariffa oraria e strozzinare degli scappati di casa. 

Ste cose se mai sono andate bene, sono fuori dal mondo moderno.  Pensi di fare l’affare e invece ti porti “il morto in casa”. 

Nel 2021 i soldi e i bilanci si recuperano con le ottimizzazioni grazie al know how del fornitore e alla sinergie delle diverse componenti di un appalto fatto bene. 

Qui ti metto un esempio REALE e concreto di risultato ECONOMICO

HAI PAURA CHE REGOLARIZZANDO L’APPALTO DI SPENDERE TROPPO? ECCO COME PUOI RECUPERARE LA MAGGIORE SPESA. GUADAGNANDOCI SOLDI E QUALITA’ VERSO I CLIENTI [VIDEO]

DA TUTTO QUESTO DISCENDE CHE TI PUOI SCORDARE “A CASA MIA COMANDO IO!” SE VUOI EVITARTI L’INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA

Se hai appaltato, quella parte del flusso di lavoro definita in contratto di appalto, la fa il fornitore. E tu guardi solo il risultato che ti produce. 

La cosa interessante di questo è che….

▶︎ IL RISCHIO DI IMPRESA. OVVERO LA DIFFERENZA TRA UN APPALTO CHE TI FA GUADAGNARE E SENZA SCOCCIATURE. E UNO IN CUI PAGHI PER AVERE PROBLEMI

Risultato e non gente. Significa che se il fornitore non raggiunge il risultato non lo paghi.

O lo paghi meno in % su quanto si è scostato dagli obiettivi definiti in contratto di appalto.

Parlo  del rischio di impresa nel dettaglio in questo articolo. Clicca qui per approfondirlo. 

▶︎ IL CONTRATTO DI APPALTO: LA TUA GUIDA SPIRITUALE CHE TI GUIDA NEI SENTIERI AL SICURO DALL’INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA

L’Italia è una nazione bellissima. Davvero. Ma ha alcune cose curiose. 

E una di queste stranezze ti riguarda il contratto di appalto:

– non è obbligatorio in teoria che il contratto di appalto sia scritto

– ma è obbligatorio che i costi connessi alla sicurezza per ridurre i rischi interferenziali siano quantificati in forma scritta nel contratto di appalto

Ecco uno dei motivi perchè di fatto, il contratto di appalto lo devi avere. E fatto bene. Con il bel rischio di impresa definito e ben definite le fasi di lavoro.

E deve dettagliare per benino i risultati attesi. Cioè avrà i suoi allegati e dettagli. Parlo nel dettaglio del contratto di appalto in questo articolo e nel webinar

Se così non è non hai un appalto. 

E il personale che ti manda la cooperativa, o il consorzio anche se fosse il più strutturato del mondo e sono in attività dai tempi di Caligola,  (qui esempi di aziende top che sono saltate su questo) SONO TUOI DIPENDENTI A TUTTI GLI EFFETTI.

Con effetto retroattivo ai 2 anni dall’inizio della prestazione. Fai anche conto che la giurisprudenza si sta orientando a portare a 5 gli anni di retroattività della prestazione lavorativa.

TE LI DEVI ASSUMERE, PAGARE SANZIONI E ANDARE INDIETRO NEGLI ANNI.

Un bagno di sangue che non auguro nè a te nè a ai tuoi consulenti (non so se ti rendi conto dell’aggravio anche amministrativo che ne deriva)

Se hai un contratto di appalto, ma al di là della forma è il solito prestampato che circola dai tempi di Giannini e Pruzzo, non è un contratto di appalto e non ti tutela da nulla.

Se il tuo fornitore storce il naso quando gli chiedi questa tipologia di contratto o non è in grado di farlo (non ha il know how specifico), liberatene alla svelta.

Ti ho dato alcune informazioni preliminari per aiutarti a proteggerti dall’interposizione di mandopera, e quello che ti consiglio di fare subito è partecipare al webinar gratuito per aiutarti a risolvere il tuo problema.

somministrazione illecita di mandopera

"Raramente ho trovato (e con il mio lavoro ne ho incontrate tante) persone competenti ed appassionate del proprio ruolo come Lei" Avv. M.Bachini - Giuslaburista

"Ti confesso che sono da vent'anni nel settore della logistica e poche volte ho incontrato persone così innamorate, competenti e dirette. A memoria  nessun fornitore mi ha messo di fronte ad evidenze e strumenti simili" IngE. Nicoletti - Consulente logistico

Vuoi tutelarti dal RISCHIO DI INTERPOSIZIONE DI MANODOPERA?

Allora guarda subito il Nuovo Webinar GRATUITO:

"Come Appaltare Senza Rischi e Tutelare la tua Azienda"

  • Hai un Appalto o somministrazione illecita? Scoprilo in tempo 
  • Il Rischio di Impresa: perchè è la CHIAVE 
  • Come creare un VERO Contratto di Appalto. Che funziona

🔥SOS SE IL TUO PROBLEMA NELL’APPALTO È URGENTE🔥

Se vuoi risolvere subito il tuo problema nell’appalto e non hai tempo per il webinar, a questa pagina trovi la mia soluzione dove pensiamo noi a toglierti le castagne dal fuoco. Clicca qui


In questo articolo abbiamo visto:

  • quando si configura l’interposizione di manodopera

  • interposizione di manodopera reato

  • le sanzioni 

  • come evitare l’interposizione di manodopera

The following two tabs change content below.
Lavoro nella logistica dal 1996. Autore del libro "Odissea nella Logistica. Guida pratica per l'imprenditore" . Sapevi che è possibile ridurre i costi logistici in media dal 10 al 18%, entro 3 mesi con alcune azioni precise? E migliorare il servizio per i tuoi clienti. Chiedimi come
Non sono presenti commenti

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.