Fornitori poco competenti [il mistero dei disagi arrecati]

Fornitori poco competenti [il mistero dei disagi arrecati]

Fornitori poco competenti [il mistero dei disagi arrecati]

N.B. In questo articolo ti parlo del mistero (poco buffo) dei disagi arrecati da fornitori poco competenti, nella gestione del servizio logistico. 

Ti sei mai chiesto perché è veramente una cosa fastidiosa fare i lavori a casa?

Mariti che si prendono giornate dal lavoro per “controllare che i muratori non distruggano la casa”, donne inferocite per la sporcizia e l’incuria lasciata da chi ha svolto il lavoro, liti e nervosismo, ritardi continui rispetto alle date di prevista consegna, atteggiamenti spesso rozzi da parte di chi lavora, ecc.

È un tema a cui ho pensato prendendo spunto da uno dei tanti articoli che raccontano di queste odissee domestiche (se vuoi puoi leggerlo qui).

Tutti prima o dopo abbiamo vissuto una qualche esperienza del genere: quando dobbiamo fare dei lavori in casa, difficilmente siamo tranquilli. È successo anche a te?

Ovviamente ci sono anche dei bravissimi professionisti in giro, ma gli inconvenienti sono sempre dietro l’angolo.
Se ti sto raccontando questo, è perché sono alle prese ahimè proprio con una situazione di questo tipo.

 

È successo anche a me…

Ho deciso di risistemare degli ambienti di casa, il bagno e la cucina. Per farlo ho scelto un fornitore non di fascia bassa, ma medio alta, proprio perché so che lavori di questo genere si portano dietro infiniti fastidi.

E indovina invece cos’è successo?

Te lo spiego per punti:

• ritardi e date che cambiano senza nessuna logica
• maleducazione
• lavori finiti in modo diverso dal pattuito
• operatori che cambiano, se ne vanno, non ti dicono quando vengono e cosa faranno
• sporco lasciato a lavori finiti
• rozzezza del personale incaricato
• ritmi di lavoro da moviola
• materiale lasciato qua e là
• merce che doveva arrivare ma “si sono sbagliati”
• l’idraulico non parla con il pavimentista
• improvvisati tuttofare che rifanno lavori già fatti perché “è cosa vuole, lo dobbiamo rifare così viene bene”
• giornate di lavoro che iniziamo con bagno – caffè
• orario di inizio? 8.30-9.00- 9.30-boh, vedremo domani

Possiamo aiutarti a risolvere i problemi della tua logistica 

 Clicca qui sotto per metterti in contatto GRATUITAMENTE con un nostro esperto logistico



E, nel poco tempo di lavoro effettivo, lamentele e bestemmie continue, condite da “clienti stronzi, non pagano. C’è la crisi, ormai non si  va da nessuna parte. Voto Grillo che lì manda a casa tutti!”.
O il classico dibattito su chi ha rubato rigori nell’ultima partita di A.

Qualche giorno addietro ho avuto anche la sfortuna di vedere uno di questi signori all’opera con i pantaloni mezzi abbassati e cicca in bocca, con il sedere a metà in bella vista.
Li stavo cacciando a male parole, ma sarei rimasto con i calcinacci in casa e per il mio benessere famigliare non era il caso.
Pensa che il lavoro in sé sarebbe veramente molto bello, ma a forza di nervosi mi sta andando in odio.

Se dovessi rilasciare un feedback a questi signori, secondo te cosa direi?

Ora, può darsi che ci sia anche un periodo di flessione economica. Può darsi che anche alcuni clienti siano “stronzi”. Può darsi anche che tutti i mali del mondo siano a in Parlamento.

 

12 cose che ho ben chiare in mente

Ma io dico che se:

1. non rispetti date e consegne
2. il tuo stile di lavoro è irritante
3. non hai nessun rispetto delle richieste del Cliente
4. il personale non è adeguato né formato e tratta il cliente in modo arrogante e maleducato
5. non hai rispetto degli orari del cliente
6. dello spazio dove vive il cliente
7. non hai nessun sistema di lavoro (ho scritto l’ultimo articolo su questo)
8. invece che tenere l’ambiente di lavoro decorosamente (tenuto conto che si sta lavorando ovviamente), si sporca e si rovina
9. non hai nessun controllo sui tuoi fornitori, che sbagliano e sono scadenti (o forse gli stai dando insoluti e quindi ti mettono in coda quando ti serve qualcosa)
10. non tieni conto dei tempi di lavoro, anzi te ne sbatti allegramente tanto “se non si fa oggi, si fa domani”
11. quando qualcosa va male, o “il cliente non capisce un cazzo” o fai scaricabarile dando la colpa a qualcun altro
12. sprechi tempo, rifai gli stessi lavori 2 volte perché la prima “è uscita male”

Forse forse, un po’ di colpe le hai anche tu.

Quando parliamo di logistica di magazzino, molto spesso la situazione che mi trovo di fronte quando visito un’azienda nuova che si avvale già di qualche cooperativa e fornitore per gestire il servizio logistico, è esattamente la stessa.

Cambia il settore, cambiano molte cose.

Io la vedo in modo diverso, e combatto da una vita per questo.

 

Il cliente soddisfatto al 100% paga sempre e fatture

Il mio obiettivo è sempre stato quello di dare un livello di servizio ai clienti di eccellenza. Magari sono fortunato io, però i clienti LogisticaZERO non hanno mai avuto problemi nel pagare le fatture.

Tra l’altro, essendo impegnato in questo, non ho mai tempo per sapere le ultime vicende politiche, di gossip o di pallone, argomenti sui quali invece questi fornitori sono molto preparati.

All’interno dei magazzini delle aziende vedo a volte lavorare proprio nei modi che ti descrivevo sopra e mi viene veramente il nervoso.

Quando poi le aziende ci commissionano le Analisi Iniziali (il nostro strumento per capire lo stato della logistica e le strategie per migliorare le criticità o ampliare i punti di forza), gli sprechi anche economici che emergono da questo modo di lavorare sono veramente pazzeschi.

Recentemente un cliente aveva, solo per la poca cura di una cooperativa che aveva in gestione il suo magazzino, danni economici per centinaia di migliaia di euro all’anno.

Centinaia di migliaia di euro ogni anno che buttava dalla finestra SOLO per atteggiamenti simili a quelli che ti ho mostrato prima.

 

Le persone che uccidono un’azienda

Ad esempio, carrellista svogliato con cicca in bocca e tutto mal vestito e sporco, che caricava palette sbagliate nel camion sbagliato. E quando il povero responsabile del magazzino lo riprendeva dopo il 4 errore di carico in 15 giorni(compito peraltro non suo ma del fornitore del servizio logistico), quest’ultimo lo guardava sprezzante e lo prendeva in giro.

Cosa poteva interessare a questo signore del business dell’azienda dove stava lavorando?

A volte, dopo la consegna della nostra Analisi Iniziale, ho visto delle reazioni da parte degli imprenditori veramente scioccate. A dirtela tutta alcuni si incazzano proprio, perché capiscono che per anni sono stati presi in giro.

Spesso mi devo anche limitare quando analizzo le criticità, perché se dicessi i costi veri fino in fondo, salterebbero delle teste anche all’interno dell’aziende.

Ovviamente nell’Analisi dico anche come risolvere questi problemi, passo passo e in modo fattibile da tutti. Quindi ti rassicuro, c’è il lieto fine. Che però avverrà non con la bacchetta magica, ma dopo tanto lavoro di risistemazione e ottimizzazione (è il nostro lavoro sistemare situazioni critiche e risolvere problemi).

Un imprenditore (che a breve avrò il piacere di ospitare su questo blog), mi ha detto “Caspita, ci avete portato la logistica avanti di 10 anni in 2 mesi.”

 

Mettiamo nero su bianco problemi e soluzioni

Sembrava una cosa fuori dal mondo, invece abbiamo semplicemente messo nero su bianco i problemi che questa azienda (fantastica per altro nel loro settore) aveva nella gestione della logistica all’interno dei loro magazzini e abbiamo dato una vera e propria mappa per risolverli.

Queste aziende ci ha incaricato poi di risolverli direttamente e lo abbiamo fatto, ponendoci come obiettivo di riuscirci in 3 mesi, come nostra prassi. Ci siamo riusciti con anticipo, e da allora l’azienda ha voluto LogisticaZERO come partner per la gestione del magazzino.

Ti assicuro (ma te lo racconterà direttamente questo cliente, che in questo momento non svelo, ma è davvero un’autorità nel suo settore di riferimento), che la situazione di partenza era molto difficile.

Non siamo geni, siamo gente semplice. Ma nel corso di 34 anni ci siamo specializzati in questo settore, in una sua nicchia e abbiamo sviluppato sistemi appositi per servirla al meglio, aggiornandoci nel corso del tempo.

Ho semplicemente strutturato LogisticaZERO per risolvere tutti quegli aspetti che normalmente le cooperative di facchinaggio e logistica hanno come punti deboli quando erogano il servizio logistico.

Li chiamo spesso TCO nel blog, ma se vuoi conoscere il mistero dietro lo ZERO di LogisticaZERO ti dico che vuole proprio simboleggiare l’azzeramento di tutti questi fastidi per il cliente che decide di esternalizzare.

Ce ne sono molti altri, ma oggi mi fermo qui.

Se la logistica non funziona, i prodotti e le merci della tua azienda subiscono danni, ritardi e contestazioni dai tuoi clienti finali. E così la tua azienda rischia di perdere terreno rispetto ai tuoi concorrenti.

Possiamo aiutarti a risolvere i problemi della tua logistica 

 Clicca qui sotto per metterti in contatto GRATUITAMENTE con un nostro esperto logistico



 

The following two tabs change content below.
Lavoro nella logistica dal 1996. Autore del libro "Odissea nella Logistica. Guida pratica per l'imprenditore" . Sapevi che è possibile ridurre i costi logistici in media dal 10 al 18%, entro 3 mesi con alcune azioni precise? E migliorare il servizio per i tuoi clienti. Chiedimi come
Non sono presenti commenti

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.