Contratto di appalto servizi di logistica a una cooperativa: ecco i rischi

Appaltare il servizio di logistica a una cooperativa: rischi o puoi stare tranquillo? [Check list in 17 punti]

appaltare servizio logistica

Appaltare il servizio di logistica a una cooperativa: rischi o puoi stare tranquillo? [Check list in 17 punti]

Ho tenuto in questi giorni un intervento formativo per alcune aziende che hanno già appaltato a qualche cooperativa, per acquisire gli strumenti per farle tranquille in merito al contratto di appalto del servizio di logistica.

Si trattava di un intervento “su richiesta”, come accade sempre più spesso vengo invitato dalle aziende per aiutarle a comprendere se la cooperativa che hanno scelto sia seria o meno. In pratica se il lavoro appaltato sarà fonte di problemi e se possono stare tranquilli.

Molti responsabili di aziende quando si rapportano con una cooperativa e il contratto di appalto del servizio di logistica, hanno la sensazione che qualcosa non vada per il verso giusto.

E devo dire che la sensazione di improvvisazione che hanno verso questi fornitori è spesso giustificata (ovviamente ci sono anche dei bravi operatori).

Il problema è che la legislazione e la normativa di riferimento è davvero complessa e in molti casi viene complicata ulteriormente inutilmente. Questo porta il responsabile o l’imprenditore di un’azienda a correr un rischio pericoloso: cadere vittima di un fornitore improvvisato (incapace di gestire un magazzino, ma molto bravo a vendere i propri servizi).

Per evitarlo di solito l’azienda chiede alla cooperativa che sta valutando un pò le solite cose:

Ovvero:

  • se vengono rispettate le norme di legge;
  • se il personale viene pagato correttamente;
  • se possono dare qualche garanzia per far sera più tranquillo il cliente;
  • se abbiano qualche referenza del settore;
  • ecc

Hai un Problema sull'Appalto?

Possiamo Aiutarti Subito!

Dr. Luca Giarola, creatore AppaltoSicuro- autore del libro 2019 Odissea nella Logistica

  • Vuoi Rendere il tuo Appalto SICURO e REGOLARE?
  • Hai un problema URGENTE  che NON ti fa stare sereno?
  • Vuoi sapere se la tua cooperativa ti farà correre rischi?

Dicono di noi:

"Ti confesso che sono da vent'anni nel settore della logistica e poche volte ho incontrato persone così innamorate, competenti e dirette. A memoria  nessun fornitore mi ha messo di fronte ad evidenze e strumenti simili" IngE. Nicoletti - Dir. Logistico

"Raramente ho trovato (e con il mio lavoro ne ho incontrate tante) persone competenti ed appassionate del proprio ruolo come Lei" Avv. M.Bachini - Giuslaburista


È per questo che all’evento informativo di qualche giorno fa sono andato molto nel dettaglio nel processo di appalto e sul contratto di appalto dei servizi di logistica.

Di questi argomenti ne ho scritto parecchio su questo blog e nei vari interventi e consulenze che tengo per le aziende, e puoi trovarli riassunti in questa guida che ti da le informazioni per evitare di rischiare l’intermediazione di manodopera https://www.logisticazero.com/intermediazione-manodopera-logistica/

Uno dei miei obiettivi era di quello di fornire ai partecipanti uno strumento pratico per capire in autonomia se la cooperativa scelta fosse all’altezza del lavoro da svolgere.

In pratica se l’azienda sarebbe stata soddisfatta dei risultati prodotti dalla cooperativa e se le procedure applicate dalla cooperativa avrebbero tutelato al 100% l’azienda.

Ne è uscita una vera e propria check list con una serie di indicatori facilmente verificabili. Grazie a quel documento ogni azienda avrebbe potuto capire in che situazione si trovava.

Oggi sul blog ho deciso di condividere un piccolo estratto di questa guida pratica per vedere ai “raggi x” la cooperativa e la sua idoneità rispetto agli obiettivi aziendali.

L’intervento è stato molto lungo, ma considera questo articolo come un piccolo estratto dal momento che non è completo di tutte le specifiche.

3 suggerimenti pratici per fare i “raggi x” alla cooperativa e avere un contratto di appalto di servizi di logistica efficace e sicuro

1. L’azienda deve richiedere alla cooperativa una specifica documentazione ex ante*, cioè PRIMA di partire con i lavori e di creare il contratto di appalto, e nelle prime fasi di conoscenza. Se la cooperativa mette a disposizione questa documentazione senza farsi pregare, è un buon segnale (vedi pagina seguente per un suggerimento pratico su cosa chiedere. Assicuro per esperienza diretta che alcune cooperative, anche molto grandi e strutturate, scappano letteralmente a gambe levate di fronte a questa richiesta)

2. Guardare bene il contratto di appalto per i servizi di logistica che è stato formulato con la cooperativa: viene indicata una tariffa oraria o la tariffazione è a movimentazione/pezzo/riga d’ordine ecc.? Se è indicata solo la tariffa oraria è allarme rosso, perché in qualunque momento qualunque ispettore può annullare l’appalto perché NON regolare (vedi sanzioni)

3. Sempre rimanendo sul contratto di appalto, può succedere che la cooperativa non abbia indicato (per poca conoscenza o poco interesse) quanto previsto dall’art.26 D.Lgs. n. 81/2008: i costi per ridurre i rischi sul luogo di lavoro (costi della sicurezza). Senza questa indicazione l’appalto può essere annullato, con tutte le conseguenze del caso per l’azienda (disconoscimento ex ante e tutte le prestazioni vengono ricondotte all’azienda: vedi la sezione sanzioni)

la cooperativa che si propone per l’appalto, dovrebbe garantire all’azienda la massima tutela prima di partire con la collaborazione e far capire che ha il controllo totale di variabili e trappole burocratiche.

Non farti “incantare”

Il settore delle cooperative è molto complesso, con pochi attori realmente competenti. Capire in prima battuta chi sa fare il proprio lavoro, e chi invece lo fa senza reali competenze è a volte molto complesso. E la complessità sulla normativa dei contratti di appalto non aiuta.
Inoltre alcune cooperative hanno dei “bravi incantatori”, capaciti di attirare con promesse di costi impraticabili le aziende.

Salvo poi danneggiarle in modo grave.

La mia esperienza con il sistema di lavoro LogisticaZERO mi dice proprio questo: esistono poche cooperative che hanno i pre-requisiti minimi per offrire un servizio di qualità e sicuro per il cliente.

Considera questi 17 punti

Ecco gli indicatori utili per fare “la scansione a raggi x” alla cooperativa e tenere la tua azienda lontana dai guai:

1. la cooperativa, al momento della stipula del contratto di appalto di appalto del servizio di logistica, ha mai proposto all’azienda neo – cliente, alcune modalità di protezione aggiuntive?

per esempio una predisposizione fideiussoria che copra eventuali sue mancanze (ovviamente in funzione del volume dell’appalto), una speciale garanzia in tema di responsabilità civile OLTRE quella obbligatoria, un contratto di appalto BREVE o con disdetta breve (es 4 mesi), in modo da poter essere testata serenamente dall’azienda prima di firmare contratti più lunghi e vincolanti per le parti.

O anche una proposta al cliente – con oneri divisi a metà o in altro modo – per certificare il contratto di logistica. Pratica un po’ complessa e costosa (o lenta), ma gradita da alcune aziende particolarmente esigenti e attente (e tra l’altro anche la cooperativa in questo caso può dormire sonni tranquilli). Il problema è che anche questa pratica non è conosciuta dalla maggior parte delle cooperative di facchinaggio.

Se nessuna di queste proposte è stata fatta, non è un bel segno

Potrei andare molto più nel dettaglio con la documentazione da richiedere alla cooperativa prima di iniziare il lavoro, ma onestamente credo che quasi nessuna cooperativa riesca a rispettarla (anche se sono tutte cose previste).

Un fornitore serio sa benissimo quanto è importante abbassare la soglia di diffidenza di un nuovo cliente e metterlo nella condizione di maggior serenità possibile. E lavorare sempre meglio nel corso del tempo per fidelizzarlo.
Ovviamente basta una di queste cose, come segno di propositività e attenzione alle problematiche del cliente.

2. la cooperativa si è assunta il rischio di impresa? Ad esempio: se avviene un danno o il servizio non è congruo, viene pagata lo stesso? Se i danni causati (ovviamente con contestazione provata) dal personale della cooperativa non li paga la cooperativa, è un altro brutto segno che mette veramente in dubbio la regolarità dell’appalto

3. la tariffa oraria: è un elemento essenziale per capire chi si ha di fronte. Una tariffa al di sotto di determinate soglie è un segnale chiaro che o la cooperativa scelta è “tonta” e non sa conteggiare il proprio costo (succede, ma immagina come può lavorare un fornitore così)

4. o sta facendo dei “trucchi di prestigio”, che ricadono sull’azienda cliente (vedi sezione sanzioni)

5. la cooperativa si è proposta come “fornitore di personale”? Si definisce così? Se definisci il loro lavoro come “prestatori di manodopera” è corretto o fanno altro?

6. quali sono i dpi (cioè i dispositivi di protezione individuali) che la cooperativa mette a disposizione dei propri soci lavoratori? Sono ben distinguibili visibilmente? E i cartellini di riconoscimento?

7. la cooperativa è in pieno possesso degli strumenti di lavoro (per esempio i carrelli elevatori) o usa i tuoi? Si è posta questa questione o no? Se la risposta è no anche qui l’allarme è altissimo.

8. come viene erogato il servizio dalla cooperativa? Hanno un loro responsabile che organizza il lavoro con il personale o è una figura della tua azienda che organizza il loro lavoro?

9. conosci i nomi dei soci lavoratori di quella cooperativa o parli solo con il loro responsabile?

10. ci sono aree dove lavora tuo personale dipendente e personale della cooperativa?

11. la cooperativa ti fornisce dei report su come sta lavorando e sul livello di raggiungimento degli obiettivi previsti?

12. eventuali danni causati dal personale della cooperativa sulle merci sono a carico della cooperativa?

13. la cooperativa ogni mese manda una documentazione all’azienda sul corretto pagamento degli oneri contributivi e retribuzioni, oltre al normale durc?

14. la cooperativa ha dato all’azienda prima di essere scelta delle referenze verificabili (firmate, video, contatto diretto ecc. )?

15. la cooperativa ti ha chiesto o si era informata su qualche contratto collettivo applica la tua azienda?

16. la cooperativa ti aggiorna su eventuali modifiche alle normative sul contratto di appalto nel corso dell’anno?

17. quale tariffa ti ha proposto la cooperativa su cui si base l’offerta? Nel contratto di appalto è indicata una tariffa forfettaria?

Ti ho messo in breve gli indicatori che possono essere utili per capire se puoi dormire sonni tranquilli con la cooperativa che hai scelto (o che vuoi scegliere) per gestire il servizio logistico.

Questi non sono indicatori di produttività, che è un argomento a sé e che merita altri approfondimenti. Per questo non riescono a dirti il livello di produttività (per quello utilizziamo altre strade, e nel blog trovi facilmente spunti in merito).
Ma in ogni caso possono dirti molto sulla cooperativa e sullo stato di salute del tuo appalto.

 

Hai un Problema sull'Appalto?

Possiamo Aiutarti Subito!

Dr. Luca Giarola, creatore AppaltoSicuro- autore del libro 2019 Odissea nella Logistica

  • Vuoi Rendere il tuo Appalto SICURO e REGOLARE?
  • Hai un problema URGENTE  che NON ti fa stare sereno?
  • Vuoi sapere se la tua cooperativa ti farà correre rischi?

Dicono di noi:

"Ti confesso che sono da vent'anni nel settore della logistica e poche volte ho incontrato persone così innamorate, competenti e dirette. A memoria  nessun fornitore mi ha messo di fronte ad evidenze e strumenti simili" IngE. Nicoletti - Dir. Logistico

"Raramente ho trovato (e con il mio lavoro ne ho incontrate tante) persone competenti ed appassionate del proprio ruolo come Lei" Avv. M.Bachini - Giuslaburista


The following two tabs change content below.
Lavoro nella logistica dal 1996. Autore del libro "Odissea nella Logistica. Guida pratica per l'imprenditore" . Sapevi che è possibile ridurre i costi logistici in media dal 10 al 18%, entro 3 mesi con alcune azioni precise? E migliorare il servizio per i tuoi clienti. Chiedimi come
Non sono presenti commenti

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.